Alopecia areata incognita

Greg32

Utente
17 Febbraio 2020
268
27
265
Palermo
Buongiorno ragazzi..Volevo chiedere,per chi sa rispondermi,ma i capelli persi a causa di alopecia areata incognita sono persi per sempre o possono ricrescere?Poi una volta stabilizzata la situazione la cura va comunque continuata?Cioè è come per L Aga o una volta risolta la situazione si torna come prima dell areata senza il bisogno di continuare un trattamento?
 

Winter

Utente
24 Agosto 2019
1,767
831
615
Bologna
Non è un’alopecia cicatriziale, i capelli ricrescono. Si possono avere però delle ricadute nel tempo come no, non c’è una regola.
Di solito una volta stabilizzata la situazione la terapia si interrompe, anche perché si basa su cortisonici forti tipo clobetasolo quindi usarli troppo a lungo è controproducente.
 
  • Mi Piace
Reazioni: Greg32

Greg32

Utente
17 Febbraio 2020
268
27
265
Palermo
Grazie mille Winter,ci sono analisi del sangue(o controlli di laboratorio) per verificare se c’è un problema autoimmune o un intolleranza/infezione o magari un fungo che causa ciò?Perchè io avrei voluto farmi le analisi di tutto il sistema autoimmune,anticorpi e infettivo o batteriologico e intolleranze ma non credo c’entrino proprio tutte con i capelli..quindi magari se sapevi quali consigliarmi anche radiografie se servono (per le intolleranze credo di farle comunque un po’ tutte,anche se quelle che influenzano i capelli sono lattosio e glutine se non mi sbaglio) per il resto ho già fatto Ves e proteina C reattiva e risultano apposto mentre i linfociti sono alti (50.8 e il massimo è 46 mi pare)monociti alti (12.1 e il massimo 9.5)neutrofili bassi(33.9 e il minimo 42)
Nell ultimo periodo sto perdendo tantissimi capelli e noto un maggior diradamento nel lato destro della testa quindi sto pensando all aa incognita(siccome non ho carenze alimentari o problemi di tiroide)ma non potendo fare una visita tricologica volevo fare davvero TUTTE le analisi possibili per “escluderla” indipendentemente da costi o altro..

All inizio pensavo si trattasse di t effluvium ma in realtà ho un gemello e lui ha gli stessi diradamenti ma dei capelli non glie ne frega minimamente quindi non si stressa più di tanto
 

Winter

Utente
24 Agosto 2019
1,767
831
615
Bologna
Purtroppo non ci sono analisi specifiche per fare diagnosi di areata incognita. Può a volte associasi ad altre problematiche autoimmuni ma non è detto. Vale lo stesso principio di tutti i problemi su base autoimmune, se hai una patologia autoimmune sei statisticamente più predisposto ad averne altre.
Qualcuno fa controllare l’auto immunità tiroidea, i più scrupolosi fanno i classici dosaggi ANA, ENA, complemento, ecc ma se non hai altri sintomi e ves e pcr non sono mosse difficile che trovi qual cosa di significativo.
La diagnosi di areata incognita si sospetta clinicamente alla dermatoscopia e si conferma con l’istologico.
Nessuna radiografia che possa dare indicazioni particolari, storicamente per l’areata classica di sospettava una associazione con problematiche odontoiatriche, granulomi ascessi per un meccanismo crossreattivo ma è stata esclusa negli anni, salvo ogni tanto ricomparire qualche case report.
Il sistema immune è molto complesso e intricato e non ci sono allo stato attuale certezze sull’ eziopatogenesi dell’areata classica, tanto meno per le forme più rare come quelle diffuse.
Ci sono tante ipotesi più che altro e studi in corso.
 

Winter

Utente
24 Agosto 2019
1,767
831
615
Bologna
Credo sia più utile invece una visita tricologica perché se ti metti a fare mille analisi a caso sicuramente spendi anche di più. Almeno così raccogliendo la tua anamnesi completa, nel caso puoi fare delle analisi più mirate se si sospetta qual cosa ad altri livelli.
In generale sul discorso intolleranze sembra sia utile un po’ in tutte le patologie infiammatorie ridurre il consumo di zuccheri raffinati, glutine e lattosio/proteine del latte, a prescindere uno sia allergico o meno. Stanno facendo sempre più studi sull’interconnessione di microbiota cutaneo e intestinale e alcuni consigliano diete mirate all’aumento della produzione intestinale di acido butirrico. Non sono una cura ovviamente ma un aiuto, gli studi in merito sono ancora agli esordi.
 
  • Mi Piace
Reazioni: Greg32

Greg32

Utente
17 Febbraio 2020
268
27
265
Palermo
Ma per i valori di linfociti etc..mi dovrei preoccupare?Quindi mi consigli di fare direttamente una biopsia senza fare il resto considerando i valori positivi del ves e pr c reattiva?Un ultima cosa ma questa biopsia lascia una gran cicatrice o niente di che?Poi è precisa al 100 per 100 nella diagnosi?Voglio dire,che oltre a aa può dirmi se si tratta anche di aga o te cronico?
 

Winter

Utente
24 Agosto 2019
1,767
831
615
Bologna
Gli esami alterati falli vedere al medico di base, ti dirà lui se ripeterli o approfondire.
No la biopsia si fa solo se è giustificato farla, cioè se non è chiara la diagnosi clinicamente o alla dermatoscopia o rimangono dubbi.
Anche perché è molto importante che venga fatta non a caso ma guidata da quello che si vede alla dermatoscopia, altrimenti si rischia di “pescare” in zone poco significative. Deve farla un tricologo esperto che sa quello che fa (anche per quanto riguarda profondità e orientamento del prelievo) e deve essere letta da un anatomopatologo esperto in patologie tricologiche altrimenti è inutile. Si, può essere dirimente ma in certi casi complessi capita sia necessario farne più di una in zone dello scalpo diverse.
Lascia una piccola cicatrice, senti al tatto la cute liscia.
 

Winter

Utente
24 Agosto 2019
1,767
831
615
Bologna
Beh è priva di capelli si, è una cicatrice 🤣 però è piccola non si vede sotto ai capelli circostanti, certo se li rasi a pochi mm si ma non è una cosa così evidente, sono pochi mm.
 

Greg32

Utente
17 Febbraio 2020
268
27
265
Palermo
Ah ok mi aspettavo qualcosa di preoccupante..ne senso che se ad esempio io portassi i capelli a 2 ci questa cicatrice secondo te si vedrebbe?Poi la biopsia riesce a verificare solo alopecia areata incognita o anche telogen effluvium/aga?
 

Greg32

Utente
17 Febbraio 2020
268
27
265
Palermo
Poi so che forse ti metterai a ridere per la stupidità(sto ridendo pure io quindi vabbè) ma sta cicatrice è come un taglio o tonda?😅😂
 

Winter

Utente
24 Agosto 2019
1,767
831
615
Bologna
Con i capelli a 2 cm la vedi solo se li dividi e vai a cercare. È tondeggiante non rettilinea
Dall’istologico si riesce a distinguere anche aga, te, aai e molte altre patologie. Se l’aga è a uno stadio inizialissimo può rimanere il dubbio rispetto a te cronico e aai perché anche in quei casi si può avere un minimo grado di miniaturizzazione, ma il problema non si pone di solito perché l’aga comunque di diagnostica clinicamente, l’istologico lo fai quando già stai sospettando altro e vai a cercarlo. Le patologie infiammatorie hanno caratteristiche distintive come qualità e posizione dell’infiltrato, caratteristiche legate ai vasi circostanti, qualità del tessuto circostante i follicoli (grado di fibrosi ecc), proporzione tra follicoli nelle varie fasi e tante cose molto più dettagliate che sanno valutare loro. Alcune sono comuni a più patologie, altre distintive, la diagnosi la fa la somma di tutto. A volte capita che non sia dirimente, può succedere.
 
  • Mi Piace
Reazioni: Greg32