La verità sulla calvizie?

tmdocclusion

Utente
17 Maggio 2018
91
0
65
Ho già scritto in passato, purtroppo il mio lavoro mi toglie molto tempo e non riesco a seguire il mio sito più tutte le discussioni.

Ho già scritto relativamente alla teoria dello sviluppo craniofacciale in un altro thread, linkando la pagina del mio sito che ne parla:
https://tmdocclusion.com/home/connection-to-other-diseases-and-syndromes/hair-loss/

Ho scritto un nuovo articolo per cercare di spiegare meglio alcuni concetti, lo trovate qua:
https://tmdocclusion.com/2018/07/14/more-on-hair-loss/

La teoria riporta i seguenti concetti: le ossa si rimodellano per tutta la vita, sotto l'azione di forze. Per quel che riguarda il complesso craniofacciale, queste forze derivano in primis da lingua e dagli altri muscoli orofacciali. Alcuni aspetti dello stile vita moderno ci hanno indotto a un non ottimale sviluppo craniofaciale, in quanto vanno a modificare la funzione di questi muscoli orofacciali da neonati diventando poi una abitudine mantenuta per tutta la vita. La corretta postura linguale è interamente sul palato e una corretta deglutizione la si ha quando la lingua si muove a onda sul palato, senza mai staccarsi da questo. Questa posizione e movimento naturale della lingua la impariamo da neonati se allattati al seno. Si hanno invece ripercussioni negative se:
- si è allattati al biberon, in quanto non richiede un movimento a onda della lingua.
- si usa il ciuccio, in quanto la postura della lingua è costretta a essere bassa (anche in fase di deglutizione).
- si è svezzati precocemente, in quanto la lingua non è ancora abituata a deglutire correttamente.
- si è svezzati con cibi teneri, in quanto le forze in gioco di tutto il complesso orofacciale cambiano.

Uno sviluppo craniofacciale non corretto comporta tutta una serie di ripercussioni sul corpo, in particolare sulla postura: ad esempio, uno sviluppo facciale verticale, implica forward head posture; asimmetrie (ovvero distorsioni craniche), comportano asimmetrie vertebrali, con cervicale, spina dorsale e bacino non allineati. Tutti questi scompensi portano ad una azione compensatoria da parte delle fasce muscolari del corpo, in particolare per la calvizia ci interessano i muscoli cervicali, in quanto per mezzo di miofasce son direttamente collegate alla galea. Tensioni muscolari cervicali si ripercuotono sulla galea, la quale viene compressa contro i tessuti sottostanti, comprimendo i vasi sanguigni e impedendo il flusso sanguigno indispensabile per la sopravvivenza di tutte le cellule (compresse quelle dei capelli) e bloccando l'apporto di ossigeno e nutrienti e impedendo la rimozione di metaboliti. Da qui la caduta dei capelli e tutta una serie di fenomeni a cascata (cellule necrotiche, infiammazione, calcificazione e fibrosi) Tutto ciò che dico è ripetuto sul mio sito, con le rispettive citazioni alle relative fonti e maggiori dettagli.

Per chi pratica GF mi sento di dare i seguenti consigli: il punto chiave della compressione della galea risiede nei muscoli cervicali. Finchè i muscoli cervicali non son liberi da tensioni, la GF è inutile se non addirittura dannosa. Infatti praticando GF rischiate solamente di apportare maggiori tensioni a tutte quelle fasce muscolari già in tensione e quindi peggiorando il problema. Una volta risolte le tensioni cervicali, la galea si scolla da sola. La GF non è quindi la soluzione, ma è un ottimo strumento per capire lo stato di scollamento della galea. Stesso discorso vale per quelli che pensano di fare esercizi mirati ai muscoli cervicali: il rischio è solamente quello di aggiungere ulteriore tensione a quei muscoli, peggiorando solo il problema.

Per tutti quanti mi sento inoltre di dare un altro consiglio: non seguite spassionatamente tutto ciò che vi viene detto. Createvi una vostra cultura a riguardo, studiate e capite ciò che vi viene detto, specie perchè è una cosa a cui tenete molto. Ricordatevi inoltre un'altra cosa: vi è una spiegazione per tutto e così lo è per il nostro corpo e i nostri capelli. Il nostro corpo agisce in maniera molto logica, quindi se non trovate delle risposte logiche alle vostre domande, probabilmente vi sfugge qualcosa.

Riporto alcuni link per chi volesse approfondire.

Rimodellamento osseo:
https://tmdocclusion.com/home/bone-remodeling/

- Sviluppo craniofacciale e malocclusione:
https://tmdocclusion.com/home/causes-of-malocclusion/craniofacial-development/
https://tmdocclusion.com/home/causes-of-malocclusion/

- Lingua:
https://tmdocclusion.com/home/total-body-health/muscles-chains/tongue-essential-muscle-for-bodys-health/

- Postura e fasce muscolari:
https://tmdocclusion.com/home/total-body-health/body-posture/
https://tmdocclusion.com/home/total-body-health/muscles-chains/

Ricordo inoltre che i nostri capelli, così come tutte le cellule del nostro corpo, hanno bisogna di adeguati nutrimenti, quindi non sottovalutate l'alimentazione (in generale per la salute del corpo).

- Alimentazione:
https://tmdocclusion.com/home/total-body-health/nutrition/

Ci terrei a ricordare di leggere la mia storia per chi fosse interessato e il motivo dell'esistenza del sito:
https://tmdocclusion.com/home/my-story/

Sul sito non vi sono pubblicità e non vi é alcun prodotto venduto, questo per assicurare che le informazioni e concetti trovati siano liberi da secondi fini.
 

tmdocclusion

Utente
17 Maggio 2018
91
0
65
C'è un ragazzo che è arrivato a simili conclusioni in questo thread: http://www.ieson.com/topic.asp?TOPIC_ID=72457

Chi è scettico è bene che si studi come funziona il corpo umano. Potete trovare molto sul sito tmdocclusion.com .. in pratica la questione si può semplificare in questo modo: le ossa nel corpo si rimodellano in base a forze. Nel caso dello sviluppo craniofacciale, queste derivano dalla lingua. La lingua può avere una postura errata e un movimento errato nella deglutizione se da bambini abbiamo avuto cuccio, biberon o svezzamento troppo presto. Se ciò accade, il cranio non si sviluppa correttamente, compromettendo la postura del corpo, in primis a livello cervicale. Da qui tensioni muscolari che si propagano alla galea, la quale comprime i vasi sanguigni con conseguente caduta dei capelli. Sul sito avete l'opportunità di apprendere tutto ciò..
 

manuchao

Utente
5 Luglio 2007
1,254
1
415

...sono pienamente d'accordo con te....non esistono secondo me capelli che hanno piu o meno sensibilita agli ormoni...ma capelli che nascono in una parte della testa e capelli che nascono in altre...e la conseguenza è la vascolarizzazione, il trofismo della cute...ecc....
il discorso è lungo ma sono d'accordo
 

dhthater

Utente
23 Aprile 2018
15
0
5
Si, io questo l'ho capito.
Di conseguenza cosa dovremmo fare per decomprimere la galea, come reimpostare la postura? Che tipo di ginnastica?
Questo ti sto chiedendo.
Come la mettiamo poi che a chi cambia sesso l'AGA si ferma completamente?
 

tmdocclusion

Utente
17 Maggio 2018
91
0
65
La questione è molto complicata. Io come persona non posso assumermi il rischio di consigliare cosa fare. Vi pongo solo i fatti come sono..

Riguardo alla questione ormonale, è molto complesso. Gli ormoni son responsabili e importati per molti aspetti del nostro corpo, ossa muscoli, ecc. La teoria del dht è nata a seguito di alcuni studi in cui è stato rilevato che il dht era presente in concentrazione maggiore nelle aree calve (che può essere spiegato con una mancanza di adeguato flusso sanguigno). Da lì la parte ormonale dell'alopecia. La parte genetica è stata annessa per spiegare il male pattern baldness.. tuttavia altri studi hanno dimostrato come prelevando capelli dalle zone calve in altri tessuti sani, il capello tornasse al suo regolare ciclo. Usare un anti-dht per la calvizia può essere assimilato quasi a come si tratta il cancro con la chemio.. ci sono troppi fattori coinvolti per poter affermare che il dht sia responsabile della calvizia e quindi un anti-dht effettivo di conseguenza..
 

finnikola

Utente
31 Dicembre 2008
1,561
110
615
Veneto
calviziehelp.it
tmdOcclusion ha scritto:
... La teoria del dht è nata a seguito di alcuni studi in cui è stato rilevato che il dht era presente in concentrazione maggiore nelle aree calve...

... tuttavia altri studi hanno dimostrato come prelevando capelli dalle zone calve in altri tessuti sani, il capello tornasse al suo regolare ciclo.


Potresti cortesemente fornire il link a questi studi di cui parli?
Mi piacerebbe consultarli ma cercando in rete io non trovo nulla che dica quanto hai affermato sopra.
 

loser712

Utente
8 Luglio 2017
419
0
265
Questa è una teoria sostenuta da molti ginnasti in generale,ma purtroppo nessuno ha risolto il problema con le vare sgaleate,massaggi,compressioni,posizionamento della lingua,deglitizione eccetera...me compreso.
La spiegazione forse è semplicemente che una volta che il cranio si sia formato in un determinato modo è impossibile ritornare indietro
 

tmdocclusion

Utente
17 Maggio 2018
91
0
65
finnikola ha scritto:
tmdOcclusion ha scritto:
... La teoria del dht è nata a seguito di alcuni studi in cui è stato rilevato che il dht era presente in concentrazione maggiore nelle aree calve...

... tuttavia altri studi hanno dimostrato come prelevando capelli dalle zone calve in altri tessuti sani, il capello tornasse al suo regolare ciclo.


Potresti cortesemente fornire il link a questi studi di cui parli?
Mi piacerebbe consultarli ma cercando in rete io non trovo nulla che dica quanto hai affermato sopra.


Certamente.

Studio del '74 in cui si è osservata una maggiore formazione di metaboliti (inclusi 5a-reduced) nello scalpo dei calvi:
Regulation of Human Hair Growth by Steroid Hormones. I. Testosterone Metabolism in Isolated Hairs

(https://academic.oup.com/jcem/article-abstract/38/5/811/2685401).

In questo studio si evidenzia come trapiantando i capelli in tessuti differenti, il tasso di crescita e sopravvivenza cambi:
Does the recipient site influence the hair growth characteristics in hair transplantation?

(https://onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1046/j.1524-4725.2002.02041.x)

Questo studio dimostra come i capelli miniaturizzati, a parità di condizioni, crescono in maniera comparabile, se non addirittura migliore, rispetto ai capelli terminali
Transplants from balding and hairy androgenetic alopecia scalp regrow hair comparably well on immunodeficient mice.

(https://www.jaad.org/article/S0190-9622(02)61499-9/abstract)





 

tmdocclusion

Utente
17 Maggio 2018
91
0
65
Loser712 ha scritto:
Questa è una teoria sostenuta da molti ginnasti in generale,ma purtroppo nessuno ha risolto il problema con le vare sgaleate,massaggi,compressioni,posizionamento della lingua,deglitizione eccetera...me compreso.
La spiegazione forse è semplicemente che una volta che il cranio si sia formato in un determinato modo è impossibile ritornare indietro


Il rimodellamento osseo è un processo attivo per tutto il corso della vita di un individuo. Ovviamente durante la crescita il rimodellamento osseo ha velocità maggiore, ma ciò non toglie che questo non persista durante tutta la vita. Puoi leggere qualcosa a riguardo qua:

https://tmcclusion.com/home/bone-remodeling/

Se nell'avere una corretta postura linguale e deglutizione, non notate in primis un cambiamento a livello facciale, difficile che poi possiate notare un cambiamento a livello di capelli.
 

finnikola

Utente
31 Dicembre 2008
1,561
110
615
Veneto
calviziehelp.it
Grazie per i link, cerco di mettere le mie risposte sperando di non incasinarmi con i quote [:D]

1)
tmdOcclusion ha scritto:

Certamente.

Studio del '74 in cui si è osservata una maggiore formazione di metaboliti (inclusi 5a-reduced) nello scalpo dei calvi:
Regulation of Human Hair Growth by Steroid Hormones. I. Testosterone Metabolism in Isolated Hairs

(https://academic.oup.com/jcem/article-abstract/38/5/811/2685401).


Ok, questo studio del 1974 mi mancava [:D]
Comunque secondo me questa maggior concentrazione di dht nelle zone calve può essere ricondotta semplicemente alla maggior concentrazione di recettori nelle zone in questione... quindi... maggiori recettori ---> maggior DHT che si aggancia ---> maggior quantitativo di dht viene rilevato.

Lo studio del 1997 che dice questo è:
http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0022202X15429884

In pratica, per chi non ha voglia di leggersi il tutto, il problema non è tanto il dht ma il livello molto più elevato di alfa 5 reduttasi e di recettori androgeni riscontrato nei follicoli delle zone soggette ad aga rispetto ai follicoli occipitali delle persone esaminate.
__________________

2)

tmdOcclusion ha scritto:
In questo studio si evidenzia come trapiantando i capelli in tessuti differenti, il tasso di crescita e sopravvivenza cambi:
Does the recipient site influence the hair growth characteristics in hair transplantation?

(https://onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1046/j.1524-4725.2002.02041.x)


Scusa ma questo studio non prevede il caso di capelli miniaturizzati prelevati da zone agate che trapiantati in zone sane tornano a crescere normalmente come tu affermi qui:
tmdOcclusion ha scritto:
.. tuttavia altri studi hanno dimostrato come prelevando capelli dalle zone calve in altri tessuti sani, il capello tornasse al suo regolare ciclo.

Lo studio prende SEMPRE in esame capelli occipitali trapiantati in altre zone... e nel caso III mostra che a 12 mesi i capelli spostati dalla nuca al frontale non hanno presentato particolari variazioni di crescita rispetto a quando stavano sulla nuca... ma questo si sapeva ed è alla base dell'attuale terapia dei trapianti.
________________________

3)

tmdOcclusion ha scritto:
Questo studio dimostra come i capelli miniaturizzati, a parità di condizioni, crescono in maniera comparabile, se non addirittura migliore, rispetto ai capelli terminali
Transplants from balding and hairy androgenetic alopecia scalp regrow hair comparably well on immunodeficient mice.

(https://www.jaad.org/article/S0190-9622(02)61499-9/abstract)

Questo afferma invece cose simili a quelle che dici... ma è stato effettuato trapiantando dei capelli umani agati su dei TOPI con immunodeficenza.

Io personalmente cerco sempre studi fatti su UMANI anche quando mi trovo a disquisire sui sides di finasteride... mi si propinano studi fatti su topi a dosaggi di 2000 volte quelli umani... e per forza che ci sono i sides!!!

Poi chiedo gli studi sull'uomo dove si dimostri che a dosaggio per AGA si verificano sides diversi da quelli del bugiardino di propecia... e non si trova nulla... o meglio si trovano studi che affermano la sicurezza a quei dosaggi.

Sono andato un po OT per fa capire l'esempio, perché da quanto scrivevi inizialmente sembrava che avessi trovato studi dove trapiantando capelli da zona agata a zona safe sullo stesso individuo si verificasse inversione della miniaturizzazione.




 

loser712

Utente
8 Luglio 2017
419
0
265
Quindi in una postura ottimale la mandibola va leggermente in avanti quasi a livello della mascella?
Io spostando la mandibola in avanti e tenendo la lingua sullo spot noto maggiore distensione e rilassatezza dei muscoli facciali
 

cloud16

Utente
28 Febbraio 2018
26
0
15
Questo studio non prevede il caso di capelli miniaturizzati prelevati da zone agate che trapiantati in zone sane tornano a crescere normalmente->anche se fosse??
Lo studio prende SEMPRE in esame capelli occipitali trapiantati in altre zone... e nel caso III mostra che a 12 mesi i capelli spostati dalla nuca al frontale non hanno presentato particolari variazioni di crescita rispetto a quando stavano sulla nuca... ma questo si sapeva ed è alla base dell'attuale terapia dei trapianti->Alla base dell'attuale terapia dei trapianti?
Potreste chiarirmi?




 

tmdocclusion

Utente
17 Maggio 2018
91
0
65
finnikola ha scritto:
Grazie per i link, cerco di mettere le mie risposte sperando di non incasinarmi con i quote [:D]

1)
tmdOcclusion ha scritto:

Certamente.

Studio del '74 in cui si è osservata una maggiore formazione di metaboliti (inclusi 5a-reduced) nello scalpo dei calvi:
Regulation of Human Hair Growth by Steroid Hormones. I. Testosterone Metabolism in Isolated Hairs

(https://academic.oup.com/jcem/article-abstract/38/5/811/2685401).


Ok, questo studio del 1974 mi mancava [:D]
Comunque secondo me questa maggior concentrazione di dht nelle zone calve può essere ricondotta semplicemente alla maggior concentrazione di recettori nelle zone in questione... quindi... maggiori recettori ---> maggior DHT che si aggancia ---> maggior quantitativo di dht viene rilevato.

Lo studio del 1997 che dice questo è:
http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0022202X15429884

In pratica, per chi non ha voglia di leggersi il tutto, il problema non è tanto il dht ma il livello molto più elevato di alfa 5 reduttasi e di recettori androgeni riscontrato nei follicoli delle zone soggette ad aga rispetto ai follicoli occipitali delle persone esaminate.
__________________

2)

tmdOcclusion ha scritto:
In questo studio si evidenzia come trapiantando i capelli in tessuti differenti, il tasso di crescita e sopravvivenza cambi:
Does the recipient site influence the hair growth characteristics in hair transplantation?

(https://onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1046/j.1524-4725.2002.02041.x)


Scusa ma questo studio non prevede il caso di capelli miniaturizzati prelevati da zone agate che trapiantati in zone sane tornano a crescere normalmente come tu affermi qui:
tmdOcclusion ha scritto:
.. tuttavia altri studi hanno dimostrato come prelevando capelli dalle zone calve in altri tessuti sani, il capello tornasse al suo regolare ciclo.

Lo studio prende SEMPRE in esame capelli occipitali trapiantati in altre zone... e nel caso III mostra che a 12 mesi i capelli spostati dalla nuca al frontale non hanno presentato particolari variazioni di crescita rispetto a quando stavano sulla nuca... ma questo si sapeva ed è alla base dell'attuale terapia dei trapianti.
________________________

3)

tmdOcclusion ha scritto:
Questo studio dimostra come i capelli miniaturizzati, a parità di condizioni, crescono in maniera comparabile, se non addirittura migliore, rispetto ai capelli terminali
Transplants from balding and hairy androgenetic alopecia scalp regrow hair comparably well on immunodeficient mice.

(https://www.jaad.org/article/S0190-9622(02)61499-9/abstract)

Questo afferma invece cose simili a quelle che dici... ma è stato effettuato trapiantando dei capelli umani agati su dei TOPI con immunodeficenza.

Io personalmente cerco sempre studi fatti su UMANI anche quando mi trovo a disquisire sui sides di finasteride... mi si propinano studi fatti su topi a dosaggi di 2000 volte quelli umani... e per forza che ci sono i sides!!!

Poi chiedo gli studi sull'uomo dove si dimostri che a dosaggio per AGA si verificano sides diversi da quelli del bugiardino di propecia... e non si trova nulla... o meglio si trovano studi che affermano la sicurezza a quei dosaggi.

Sono andato un po OT per fa capire l'esempio, perché da quanto scrivevi inizialmente sembrava che avessi trovato studi dove trapiantando capelli da zona agata a zona safe sullo stesso individuo si verificasse inversione della miniaturizzazione.



Ciao finnikola, mi dispiace aver deluso le tue aspettative, ma penso tu abbia male interpretato le mie parole e quanto scritto in https://tmcclusion.com/home/connection-to-other-diseases-and-syndromes/hair-loss/.

Il concetto che si vuole esprimere è il seguente: non è una predisposizione o meno dei follicoli al DHT ad implicare la calvizia, ma è semplicemente il terreno in cui questi crescono che ne dettano la differenza: dei capelli in una cute in cui i vasi sanguigni son compressi è paragonabile al voler piantare una quercia nel Sahara. Non è un problema della quercia, ma bensì del Sahara (dell'ambiente in cui cresce la pianta). Ma se tu prendi la quercia e la pianti invece nel nord Irlanda, vedrai che la quercia sarà raggiante. Uguale per i capelli, prendi i follicoli miniaturizzati, li pianti in un altro ambiente (che sia umano o di topo poco conta) e vedrai che saranno in grado di proliferare come gli altri follicoli di capelli terminali (da qui il link, sullo studio sui topi). Per ulteriormente rafforzare questo concetto di come i tessuti in cui i follicoli crescono sono essenziali, prendi dei capelli terminali (dalla zona occipitale), li trapianti in zone non ottimali, e vedrai che anche questi miniaturizzano (da qui l'altro studio linkato).

Per la finasteride, uno studio confermerebbe solo quello che molte persone riportano su questo sito e che ho vissuto anche io in prima persona! Il corpo umano è in costante equilibrio tra struttura, chimica e mente, funzionando correttamente solo quando questo equilibrio della triade persiste. La finasteride va ad intaccare dal punto di vista chimico un qualcosa di troppo importante per il nostro corpo, come gli ormoni. Su questo concetto della triade puoi leggere qua: https://tmcclusion.com/home/total-body-health/

Tu dici che le mie parole son state da quanto scrivevi inizialmente sembrava che avessi trovato studi dove trapiantando capelli da zona agata a zona safe sullo stesso individuo si verificasse inversione della miniaturizzazione., quando la mia affermazione è stata studi hanno dimostrato come prelevando capelli dalle zone calve in altri tessuti sani, il capello tornasse al suo regolare ciclo. che è esattamente quello che sto riportando.
 

tmdocclusion

Utente
17 Maggio 2018
91
0
65
Loser712 ha scritto:
Quindi in una postura ottimale la mandibola va leggermente in avanti quasi a livello della mascella?
Io spostando la mandibola in avanti e tenendo la lingua sullo spot noto maggiore distensione e rilassatezza dei muscoli facciali


Non è la mandibola in primis che si muove in avanti, ma è la mascella che deve svilupparsi in avanti, con la mandibola che segue di conseguenza. La mascella come fa a svilupparsi in avanti? Grazie alle forze applicate da lingua e denti (a bocca chiusa).

Puoi leggere qualcosa qua sulla mascella: https://tmdocclusion.com/home/bone-remodeling/maxilla/

e qua sulla lingua:
https://tmdocclusion.com/home/total-body-health/muscles-chains/tongue-essential-muscle-for-bodys-health/
 

tmdocclusion

Utente
17 Maggio 2018
91
0
65
DhtHater ha scritto:
Ma se è così basta qualche esame di diagnostica per verificare questa teoria.


Ci son già svariati studi a riguardo se leggi su
https://tmdocclusion.com/home/connection-to-other-diseases-and-syndromes/hair-loss/

Si potrebbe persino fare un sondaggio sú questo sito, chiedendo quanti hanno avuto ciuccio, usato biberon o son stati svezzati troppo presto, inserendo anche chi ha una respirazione orale (che è altamente sbagliata, si legga https://tmdocclusion.com/home/total-body-health/breathing/).
 

mod

Utente
29 Giugno 2011
714
1
265
Sempre più convinto che sia la strada giusta, casualmente quando riesco ad avere spalle, collo, etc, più rilassati, cute e capelli ne giovano quasi subito... Bisogna solo trovare il modo per dare continuità al tutto e sicuramente la lingua che fa il suo dovere è parte fondamentale.
 

finnikola

Utente
31 Dicembre 2008
1,561
110
615
Veneto
calviziehelp.it
tmdOcclusion ha scritto:

...Per ulteriormente rafforzare questo concetto di come i tessuti in cui i follicoli crescono sono essenziali, prendi dei capelli terminali (dalla zona occipitale), li trapianti in zone non ottimali, e vedrai che anche questi miniaturizzano (da qui l'altro studio linkato).


Questo non è del tutto corretto in quanto riguardo il caso III dove si parla epressamente di trapianto da occipitali a frontale in persona agata al controllo dei 12 mesi i capelli non riportavano miniaturizzazione (come ho scritto anche nel precedente post).
E questo è il caso che più si adatta a chi soffre di aga in quanto mette capelli sani in zona agata dello stesso individuo.

tmdOcclusion ha scritto:
Tu dici che le mie parole son state da quanto scrivevi inizialmente sembrava che avessi trovato studi dove trapiantando capelli da zona agata a zona safe sullo stesso individuo si verificasse inversione della miniaturizzazione., quando la mia affermazione è stata studi hanno dimostrato come prelevando capelli dalle zone calve in altri tessuti sani, il capello tornasse al suo regolare ciclo. che è esattamente quello che sto riportando.


Io non ho detto che le tue parole erano quelle… infatti la frase che hai citato era la mia ed è presente anche un sembrava ovviamente riferito alla mia interpretazione delle tue parole.

Comunque voglio chiarire fin da subito che non è mia intenzione fare polemiche pro o contro DHT, in quanto sostengo da sempre che la calvizie sia una patologia multifattoriale e se seguo questa sezione è perché vedo dei fondamenti in queste teorie della galea bloccata e della scarsa circolazione.

Inoltre concordo anche che il diidrotestosterone non sia la causa anche perché il dht lo abbiamo tutti, però non trovo corretto negare che tra le cause ci sia ANCHE una maggior sensibilità a questo ormone data dalla maggior concentrazioni di recettori rilevate nelle zone agate di soggetti colpiti da alopecia androgenetica.


Ho riportato anche uno studio e se quel 40% di recettori in più stanno in quelle zone (nei soggetti colpiti da aga) sono li per ragioni genetiche… secondo me ovviamente.