Caduta capelli e cortisone

silvi

Utente
20 Agosto 2018
65
4
65
Ciao a tutti. Ho 37 anni e da quando ne avevo circa 22 e 23 i capelli hanno iniziato a diradarsi gradualmente, con fasi di caduta stagionale e fasi stabili.
Ho convissuto con questo problema sempre sottovalutato da medici e parenti (non tricologi), grazie ai capelli ricci, che comunque rimanevano voluminosi e facili da gestire, cercando di migliorare l'alimentazione (ho sempre sofferto di colon irritabile). Evitando pillola per alcuni problemi collaterali. Ovaio a posto a seguito ecografie e ciclo sempre regolare, non troppo abbondante.
Questa primavera ho vissuto un periodo di forte stress lavorativo e sentimentale.
Lo scorso luglio è iniziata una forte caduta e dopo un mese sono stata da una dermatologa competente anche in tema tricologico che mi ha prescritto un pacchetto di controlli (tiroide, anticorpi, ormoni, vit d, ecc...).
In attesa dei risultati la dermatologa mi ha prescritto carexidil 5% solo la mattina e la sera diprosone 0,05%.
Sto facendo inoltre una cura con integratori di tipo naturale (tra i quali biokap) e curando alimentazione e assimilazione nutrienti (tramite fermenti lattici, enzimi ecc...).
Purtroppo sto vivendo la situazione con molta ansia ed è comparsa anche un po' di tricodinia.
Nel frattempo sono usciti i risultati. Unici valori anomali progesterone e prolattina (questo valore ce l'hanno di costituzione anche anche le altre donne della mia famiglia ma non hanno problemi ai capelli) leggermente sopra il limite (niente di allarmante secondo la dottoressa) e vit. D.
La dermatologa ha comunque detto che secondo lei il problema è ormonale e ha confermato la terapia con minoxidil. Non mi ha però dato una vera diagnosi e delle spiegazioni (androgenetica? Telofen effluvium?) parlando solo di effluvium capillorum in corso.
Io però, sapendo che quando si inizia si deve continuare a lungo termine, ho preferito per il momento usare solo il cortisone e gli integratori, aspettando per il minoxidil ancora qualche settimana e il parere del dott. Gigli, con il quale farò la visita a settembre. Spero che ritardare di qualche settimana non comprometta troppo la situazione, ma non capisco veramente perchè mi abbia prescritto il minoxidil per gestire la fase di effluvio. Mi è sembrato mi abbia dato questa soluzione con il pilota automatico e poi voglio una diagnosi o delle motivazioni prima di iniziare un farmaco da impiegare per anni.
Sto comunque applicando il diprosone ogni sera.
Leggendo nel forum ho visto che normalmente viene utilizzato il locoidon, mentre non ho mai letto l'impiego di diprosone (betametasone dipropionato).
Qualcuno ha qualche parere in merito? Purtroppo questo è un periodaccio perchè sono tutti ferie...
 

matisse

Utente
26 Ottobre 2007
170
0
165
Ciao Silvi. Io ho 38 anni. È raro trovare una donna qui nel forum..anche la mia situazione è stata sottovalutata per anni. Io avrò visita dott. Gigli a febbraio. Pensi che recupereremo?
 

silvi

Utente
20 Agosto 2018
65
4
65
Non lo so, varia da caso a caso, ma recuperare è possibile, soprattutto per noi donne, anche se ci vuole tempo.
Comunque siamo in tante con questo problema. Ogni volta che esco vedo qualcuna che ce l'ha.
Al momento che terapia stai seguendo?

 

matisse

Utente
26 Ottobre 2007
170
0
165
Io vedo solo ragazze bellissime con un sacco di capelli. Io sto prendendo un integratore di silicio e sto facendo il prp. Nient'altro. A Vicenza non ho trovato tricologi propensi a prescrivere farmaci, nonostante la mia calvizie sia avanzata. Spero in febbraio con dott. Gigli. Spero di poter recuperare..ci spero tanto. Sto vivendo con i capelli raccolti perché troppo sottili per lasciarli sciolti. Grazie per avermi ascoltata.
 

mel gibson

Utente
15 Febbraio 2006
1,753
0
615
Ragazze tranquille! Recupererete...affidatevi a dermatologi seri e, col tempo, migliorerete. Ho visto casi seri, tornare a buone condizioni. Gigli è una garanzia. In bocca al lupo!
 

queen1983

Utente
10 Settembre 2017
286
26
265
Liotru Land
Affidatevi al Dott. Gigli.
Io sono in cura da 1 anno e mezzo e nonostante la caduta continui ho comunque avuto un miglioramento.
Ho 34 anni. Soffro di Pcos e da 7 anni perdo capelli 12 mesi l anno.
Purtroppo non é facile trovare il dottore giusto e in questi anni ho perso tanto. Almeno la metà dei miei capelli so che non li rivedrò mai più. Ma gia non andare oltre l attuale diradamento sarebbe un successo.
Negli anni mi è stato prescritto il minox come se fosse acqua fresca con 3 mesi d utilizzo seguiti da 3 di sospensione. Ozono terapia. Analisi inutili e mai mirate.

Ora prendo pillola piu antiandrogeni..integratori e lozione.
Da marzo sono anemica e faccio terapia marziale e.v.
Per il resto provo a conviverci cercando di stare tranquilla anche se é davvero difficile...

@silvi anche il Dott. Gigli se lo ritiene opportuno prescrive il minox.

 

silvi

Utente
20 Agosto 2018
65
4
65
Grazie per le risposte.

@queen1983: non ho niente contro il minoxidil ma, come dici tu, non è acqua fresca, quindi aspetto un secondo parere.

Secondo me fa molto bene condividere questa nostra esperienza, soprattutto le cose positive, che comunque vanno avanti.

Io 2 settimane fa ho deciso di farmi un taglio corto che mi valorizzi, dopo tanti anni nei quali avevo i capelli lunghi alle spalle. Ho scoperto che sto meglio così e mi piaccio di più, nonostante il diradamento sia visibile.
Non nascondo che, dati anche altri fattori esterni, sia un periodo piuttosto difficile.
Ma concentriamoci sulle cose positive.
 

queen1983

Utente
10 Settembre 2017
286
26
265
Liotru Land
silvi ha scritto:
Grazie per le risposte.

@queen1983: non ho niente contro il minoxidil ma, come dici tu, non è acqua fresca, quindi aspetto un secondo parere.

Secondo me fa molto bene condividere questa nostra esperienza, soprattutto le cose positive, che comunque vanno avanti.

Io 2 settimane fa ho deciso di farmi un taglio corto che mi valorizzi, dopo tanti anni nei quali avevo i capelli lunghi alle spalle. Ho scoperto che sto meglio così e mi piaccio di più, nonostante il diradamento sia visibile.
Non nascondo che, dati anche altri fattori esterni, sia un periodo piuttosto difficile.
Ma concentriamoci sulle cose positive.


Hai detto bene. Proviamo a concentrare l attenzione sulle cose positive.
Lo stress non aiuta. E i periodi negativi altrettanto. E non mancano mai.