Facebook Twitter Youtube Blog Feed
Caduta di capelli
Aree tematiche
Associazioni
Credits
Collaborazioni
Shop On-line
I migliori prodotti per la caduta di capelli e calvizie: prezzi scontati
I migliori prodotti scelti
per il tuo trattamento
personalizzato:

Community
Benvenuto [registrati]
utenti collegati
a Calvizie.net » 71
Forum di discussione
Newsletter
Inserisci qui la tua e-mail per essere informato sulle novità
Trova l'Esperto
Trova l'esperto in problemi di caduta di capelli e calvizie
Trova il miglior esperto
specializzato in calvizie
più vicino a casa tua
clicca qui per entrare
Area Professionisti
Scopri le iniziative organizzate da Calvizie.net e dedicate ai professionisti del settore
Scopri le iniziative
dedicate agli operatori
del settore
Servizi e utilità
» »

Zinco

Data di pubblicazione o revisione:
Visto: 641 volte
calvizie caduta capelli alopecia androgenetica alopecia femminile alopecia maschile informazioni calvizie trattamenti anticalvizie prodotti ricrescita capelli
L'organismo umano contiene circa 1-2,5 mg di zinco presente soprattutto nelle ossa, nei denti, nella pelle, nel fegato, nei muscoli e nei capelli (che possono anche essere usati per valutare con "mineralogramma" lo "status" generale dello zinco) La maggior parte delle proteine include delle regioni con struttura secondaria (e le fibroproteine lo sono integralmente) che avvolgendosi, danno luogo alla configurazione tridimensionale globale della proteina.
La struttura secondaria pi├╣ comune ├Ę l'alfa-elica (in cui lo scheletro della proteina si avvolge a formare l'elica caratteristica) e il filamento beta (in cui l'impalcatura di sostegno ├Ę completamente distesa); i residui di istidina e cisteina vengono uniti da un atomo di zinco, che serve essenzialmente a fissare assieme il filamento beta e l'elica.
Lo zinco, peso atomico 65, ├Ę indispensabile per la crescita corporea, per i processi riparativi dei tessuti, ├Ę importante per una normale risposta immunitaria, interviene come cofattore anche nella sintesi dei collagene, agisce come cofattore in oltre settanta reazioni enzimatiche conosciute ed ├Ę presente nella molecola di circa cento metalloenzimi.

Il fabbisogno giornaliero ├Ę stimato in 10-15 mg per l'adulto, 20 mg per le gestanti, 30 mg per le nutrici.
La carenza di zinco provoca disturbi gravi in tutti gli organismi viventi. L'uomo soddisfa il suo fabbisogno, di circa 15 mg al giorno, attraverso una alimentazione variata.
Lo zinco ├Ę contenuto nella carne, nel pesce, nei cereali e nei legumi.
L'assorbimento dello zinco si attua a livello duodenale ed intestinale con meccanismo attivo, ad opera di una proteina trasportatrice che lo veicola attraverso la parete intestinale.
La carenza grave del metallo o della proteina carrier intestinale determina l'acrodermatite enteropatica, malattia che realizza in natura il quadro della carenza cronica di zinco con diarrea costante ed abbondante con steatorrea e manifestazioni tipiche cutanee distali e periorifiziali vescicolobollose o crostose impetiginizzate, perdita totale dei capelli, delle ciglia e sopracciglia, lesioni ungueali, perionissi, grave ritardo staturo-ponderale. Questa rara alterazione ereditaria, autosomica recessiva, spesso si manifesta nel bambino allo svezzamento e risponde rapidamente alla somministrazione orale di solfato di zinco, 50-200 mg al giorno, con remissione della diarrea, rapida ricrescita dei capelli e delle ciglia e sopracciglia.
Nell'adulto un quadro simile si pu├▓ vedere solo in paziente alimentato da mesi solo per via parenterale.

Pare comunque giustificato somministrare supplementazioni di zinco a chi perde capelli per defluvio androgenetico, infatti una buona zinchemia inibirebbe una eccessiva 5 alfa riduzione periferica.
Se si somministra zinco a scopo tricologico occorre fare attenzione all'assorbimento intestinale del rame che, per competizione sullo stesso carrier intestinale, pu├▓ venire gravemente ridotto da una eccessiva somministrazione di zinco.
In alcune zone dell'Egitto e dell'Iran dove la dieta carente di zinco comporta alterazioni della crescita e dello sviluppo sessuale, non pare vi siano comunque evidenti alterazioni dei capelli e dei peli nella popolazione.

In base a parecchi studi fatti in USA, in Europa ed in Canada si ├Ę visto che una non piccola percentuale di bambini al di sopra dei 4 anni ha un basso livello di zinco, associato con scarso appetito, ridotto accrescimento ed alterazioni del gusto (ipogeusia).
Pare proprio che la frequenza della ipozinchemia sia frequente e pressoch├ę diffusa come la carenza di ferro.
Potrebbe essere responsabile di tale deficit un alto consumo di latte che ├Ę un alimento carente di zinco. Comunque sia, nella maggior parte dei casi la carenza di zinco ├Ę moderata e causata da apporto insufficiente, pi├╣ raramente ├Ę secondaria a patologie da malassorbimento.
Con un trattamento a base di solfato di zinco l'appetito migliora, il gusto torna normale e si raggiunge un normale accrescimento.

Lo zinco ├Ę un inibitore delle lipasi dei batteri e dei lieviti, saprofiti della cute umana, (particolarmente evidente risulta la sua capacit├á inibente sulle lipasi del propinebacterium).

Somministreremo quindi, a scopo profilattico, solfato di zinco a dosaggi fisiologici, circa 2O mg al giorno.
Un apporto superiore sarà riservato solo a pazienti in cui sia accertato un basso livello plasmatico del metallo.

Ricordiamo che alcuni farmaci possono provocare un deficit di zinco determinando una soppressione dell'assorbimento, aumentandone l'escrezione o interferendo con nutrienti ad azione sinergica come la vitamina B6 ed il magnesio. questi farmaci sono:
- etambutolo ed isoniazide
- anti MAO
- corticosteroidi
- diuretici tiazidici

La zinchemia normale ├Ę di 0,7-1,5 mg/l di siero.


Riproduzione autorizzata purchè sia citata la fonte: www.calvizie.net
Richiedi approfondimenti su questo argomento/documento
Nome
Cognome
E-mail
Telefono
Indirizzo
Comune
Provincia
CAP
Messaggio
Inserisci il codice: xzw0cCx
Informativa ai sensi della legge 196/2003: in conformità alle disposizioni previste dalla legge 196/2003 sulla tutela dei dati personali, il gestore di questo sito la informa che i dati personali che Lei vorrà liberamente comunicarci compilando il form verranno registrati su supporti elettronici protetti e trattati in via del tutto riservata.



Calvizie.net - copyright 2001-2015 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata